Home VETRINA Bosch sperimenta il cambio Cvt4Ev per ottimizzare la mobilità elettrici

Bosch sperimenta il cambio Cvt4Ev per ottimizzare la mobilità elettrici

58
0

Quasi tutte le auto elettriche hanno solo una marcia avanti, ma in queste situazioni una trasmissione a più velocità può funzionare meglio. Per dimostrarlo, Bosch ha installato una trasmissione automatica a variazione continua (CVT – continuously variable transmission) con cinghia di spinta in un veicolo di prova. Questo tipo di cambio, chiamato CVT4EV aumenta le prestazioni fino al 4%. A seconda della progettazione, può offrire più coppia in modalità trazione, migliore accelerazione o velocità massima più elevata.

Il CVT4EV espande la gamma di possibilità per i veicoli elettrici” ha dichiarato Gert-Jan van Spijk, responsabile dell’ingegnerizzazione del CVT in Bosch. Inoltre, poiché la trasmissione regola continuamente il rapporto senza perdita di trazione, la facilità di guida, tipica dei veicoli elettrici, viene mantenuta. Bosch ha contribuito con la propria esperienza nei sistemi e con diversi componenti a completare le soluzioni CVT offerte dai produttori specializzati in trasmissioni.

Migliore performance, ridotto consumo di energia
La variazione continua delle marce del CVT4EV offre il miglior equilibrio possibile di efficienza e performance. A questo scopo, il sistema può controllare liberamente la velocità e la coppia del motore elettrico. Alle basse velocità, una marcia più bassa migliora l’accelerazione e la manovrabilità in salita, mentre una marcia più alta aumenta l’efficienza alle velocità superiori, oltre che aumentare la velocità massima. Inoltre, fornisce più coppia durante il traino e la guida off-road,

pur consumando meno energia. Specialmente alle velocità costanti, il CVT4EV riduce la richiesta di energia del veicolo.

Grazie alla coppia ridotta del motore elettrico e ai requisiti di velocità, un motore meno costoso e più compatto può fornire prestazioni uguali o superiori. In alternativa, lo stesso motore può raggiungere autonomie maggiori. I costruttori di veicoli elettrici possono quindi trovare l’equilibrio ottimale tra la capacità e l’autonomia della batteria.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here