Home VETRINA Nuovo Opel Mokka: aerodinamica top per una maggiore efficienza e minor emissioni

Nuovo Opel Mokka: aerodinamica top per una maggiore efficienza e minor emissioni

210
0
  1. Solo 0,32 cD: il nuovo coefficiente aerodinamico di Opel Mokka è tra i più bassi della classe
    2. Prese d’aria: riduzione della resistenza aerodinamica e della turbolenza causate da ruote e pneumatici
    3. Shutter attivo: chiusura automatica dell’apertura frontale quando è richiesto meno raffreddamento

Il design esterno del Nuovo Opel Mokka non è solo puro e audace, ma anche aerodinamicamente efficiente, aerodinamico e tipicamente Opel. Con un coefficiente aerodinamico (cD) di soli 0,32, il nuovo Opel Mokka presenta uno dei coefficienti aerodinamici più bassi nel suo segmento e si unisce agli altri campioni di aerodinamica del marchio, dal record di Opel Calibra (0,26 cD) agli attuali leader di categoria, Opel Astra (0,26 cD) e Opel Insignia (0,25 cD).

A causa delle sfide poste dalla riduzione delle emissioni di CO2, l’aerodinamica efficiente è sempre più importante nell’industria automobilistica e tra i clienti. Bassa resistenza aerodinamica significa che l’auto ha bisogno di meno energia per muoversi, che a sua volta si traduce in un minore consumo di carburante e minori emissioni.

Come per tutte le Opel di nuova concezione, gli ingegneri della casa automobilistica hanno ottimizzato l’aerodinamica del nuovo Opel Mokka nella galleria del vento dell’Università di Stoccarda (presso l’Istituto di Ricerca di Ingegneria Automobilistica e Motori per Veicoli). Con valori leggermente diversi a seconda delle versioni, hanno ridotto il coefficiente di resistenza aerodinamica a un eccellente 0.32 cD.

Prese d’aria e shutter attivi: innovazioni per una maggiore efficienza e una minore resistenza

Le altre principali fonti di resistenza sono le ruote, gli pneumatici e i passaruota. Il nuovo Opel Mokka è quindi dotato di prese d’aria innovative che aumentano l’efficienza aerodinamica in questa area. Una presa d’aria è un condotto integrato su ogni lato della fascia anteriore che crea un alto, sottile getto d’aria attraverso la parte frontale della ruota anteriore e pneumatico. La presa d’aria dirige il flusso agevolmente attraverso le aperture della ruota, diminuendo la quantità di scia e la turbolenza da queste aree.

Il nuovo Opel Mokka beneficia anche di uno shutter attivo che riduce ulteriormente la resistenza e migliora l’efficienza del consumo di carburante chiudendo automaticamente l’apertura frontale quando l’aria di raffreddamento è meno necessaria. Fino a poco tempo fa, questa innovazione è stata più comune sulle auto più costose dei segmenti più alti.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here